skip to Main Content
LINEA GREEN : BANDO LOMBARDIA 2024

LINEA GREEN : BANDO LOMBARDIA 2024

  • News

Linea Green Regione Lombardia: stanziati 65 milioni di euro a favore delle PMI per investimenti dedicati all’efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni di CO2. Le tecnologie previste devono essere in grado di favorire il recupero dell’energia e/o la cattura dei gas serra dai cicli produttivi.

BENEFICIARI DELL’INIZIATIVA

Esclusivamente le PMI che soddisfano i criteri elencati di seguito potranno presentare domanda per accedere all’incentivo finanziario:

  • essere costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese con almeno due bilanci depositati alla data di presentazione della domanda di finanziamento;
  • avere una sede operativa in Lombardia;
  • possedere un rating da 1 a 10 determinato con la metodologia di Credit Scoring basata sui dati storici del Modello di Valutazione, che valuta la probabilità di inadempimento del Fondo Centrale di Garanzia.

La misura prevede due principali aree di intervento:

  • PMI con sede operativa in cui si intende realizzare l’investimento ubicata in Lombardia;
  • PMI con sede operativa in cui si intende realizzare l’investimento ubicata nelle zone della carta degli aiuti di Stato a finalità regionale in Lombardia (ex art. 107.3.c del TFUE di cui all’Aiuto SA.101134/2021/N).

SPESE AMMISSIBILI

Il Bando mira a finanziare proposte e azioni che coinvolgono investimenti finalizzati all’efficientamento energetico degli impianti produttivi delle imprese per favorire la riduzione dell’impatto ambientale dei propri sistemi produttivi.

Tra le spese funzionali all’efficientamento energetico troviamo:

a) macchinari, impianti di produzione, attrezzature, hardware,  in sostituzione di quelli in uso presso la sede oggetto di intervento ovvero funzionali al raggiungimento degli obiettivi di efficientamento energetico dichiarati;;

b) acquisto di impianti per la produzione di energia rinnovabili, esclusivamente in combinazione con le altre voci di spesa di cui alle lettere a), c), d), e);

c) acquisto di impianti di produzione di energia termica e frigorifera e di impianti di cogenerazione/trigenerazione;

d) sistemi di accumulo dell’energia e di inverter;

e) caldaie ad alta efficienza a condensazione, a biomassa ovvero pompe di calore in sostituzione di quelli in uso;

f) sistemi di domotica per il risparmio energetico;

g) acquisto e installazione di apparecchi LED a basso consumo in sostituzione dell’illuminazione tradizionale (a fluorescenza, incandescenza o alogena, etc.) (c.d. relamping);

Per ottenere gli incentivi è necessario garantire una riduzione di almeno il 30% delle emissioni climalteranti  rispetto alle emissioni ex-ante della specifica sede oggetto di intervento.

I Progetti ammessi ad Agevolazione devono essere realizzati e rendicontati entro 18 mesi dalla pubblicazione sul BURL del provvedimento di concessione. È fatta salva la possibilità di richiedere proroghe fino ad un massimo di 3 mesi aggiuntivi complessivi.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria complessiva di 65 milioni di euro comprensiva dei costi di gestione è stata splittata in due forme diverse di contributi/agevolazioni:

  • 24.050.000,00 euro su risorse PR FESR 2021-2027 per il Fondo di garanzia
  • 40.950.000,00  euro su risorse  PR FESR 2021-2027 per il contributo in conto capitale  a fondo perduto

COME FUNZIONA L’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione si compone di:

  • un contributo a fondo perduto  in conto capitale sull’investimento calcolato su una percentuale delle spese ammissibili, erogato da Finlombarda S.p.A., soggetto gestore della misura, in un’unica soluzione a saldo, previa verifica della rendicontazione delle spese ammissibili. Il finanziamento è a condizioni di mercato, può arrivare fino a 2,85 milioni di euro una ha durata compresa tra 3 e 6 anni, incluso l’eventuale preammortamento fino a 24 mesi
  • una garanzia regionale gratuita su un finanziamento a medio-lungo termine, coprendo il 70% dell’importo a condizioni di mercato, con durata da 3 a 6 anni.

L’intensità del contributo a fondo perduto varia in ragione dell’area di riferimento dell’impresa e del regime di aiuto applicato.

L’importo minimo dell’investimento deve essere di 100.000 euro, mentre l’importo massimo agevolabile, tra finanziamento supportato da garanzia e contributo a fondo perduto, deve avere un valore massimo di 3 milioni di euro.

MODALITA’  E PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Per partecipare al Bando non vi è la necessità di compilare una specifica Scheda Progetto, mentre è obbligatorio allegare alla domanda di partecipazione una Diagnosi Energetica, redatta in conformità alla norma UNI EN 16247, che dettagli il progetto di investimento.

La domanda di partecipazione, con in allegato l’attestazione di un soggetto finanziatore dell’avvenuta delibera di finanziamento, deve essere presentata dal soggetto richiedente esclusivamente in forma telematica sulla piattaforma Bandi online fino al 28 luglio 2023 per le grandi imprese. La procedura di selezione seguirà l’ordine cronologico di presentazione delle domande di partecipazione sempre sulla medesima piattaforma.

Per presentare domanda di agevolazionePacchetto Investimenti – Linea green

 

Efficientamento energeticorisparmio economico, ottimizzazione dei tempi di rientro dell’investimento grazie a strumenti di finanza agevolata e ordinaria sono il cuore della proposta targata Energifera, azienda del Gruppo Combigas leader nella produzione di cogeneratori. Con piu’ di 200 unità di cogenerazione ( da 30 a 535 kWe)  installate in tutta Italia e più di 5.000.000 di ore di produzione all’attivo, Energifera affianca l’acquirente per garantire i migliori risultati e benefici nel medio/lungo termine su impianti che diventeranno parte integrante della struttura del Cliente.

Back To Top